Emicrania: la mia peggior nemica

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Emicrania: la mia peggior nemica

Messaggio Da Ro il 24.01.17 16:05

Buongiorno a tutti!
Apro questo post perché, essendone soggetta, mi piacerebbe confrontarmi su questa patologia neurologica.

L'emicrania è una patologia neurologica cronica caratterizzata da ricorrenti cefalee, da moderate a gravi, spesso in associazione con una serie di sintomi del sistema nervoso autonomo.
In genere il mal di testa è monolaterale (colpisce cioè solo una metà della testa) e a natura pulsante, con una durata che può variare da 2 a 72 ore. I sintomi associati possono includere nausea, vomito, fotofobia (aumento della sensibilità alla luce), fonofobia (aumento della sensibilità al suono) e il dolore generalmente si aggrava a seguito dell'attività fisica. Fino a un terzo delle persone con emicrania sperimentano l'aura: un disturbo transitorio visivo, sensoriale, motorio o del linguaggio che precede di poco il verificarsi di un episodio di mal di testa. Di tanto in tanto un'aura può verificarsi senza che venga seguita dall'emicrania.
(fonte: Wikipedia)

E' ormai un anno che sperimento questi continui attacchi di cefalee, tutti anticipati da aura.
L'insorgenza avviene in questo modo:
- macchie luminose nel campo visivo (scotomi) che mi impediscono di vedere perfettamente ciò che mi è davanti (durata circa 30 minuti)
- attacco di cefalea fortissimo che mi rende estremamente sensibile alla luce, ai rumori e agli odori, con l'insorgenza di nausea (durata di circa 4-5 ore)

Ora, se assumo un analgesico quando l'attacco di cefalea è già cominciato, non riesco ad ottenere alcun risultato e il dolore persiste. Quando invece riesco immediatamente ad accorgermi degli scotomi e preventivamente ingerisco un analgesico, allora forse riesco a superare l'attacco senza troppo dolore!

Io uso il paracetamolo (la tachipirina 1000), ogni altra cosa non sortisce effetto!
Qualcuno che può raccontarmi la sua esperienza?










Se ancora non l'hai fatto leggi la
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Ro
Admin

Messaggi : 1573
Data d'iscrizione : 28.08.16
Età : 32

http://neltempoliberofaccioilgatto.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Emicrania: la mia peggior nemica

Messaggio Da Ro il 02.03.17 19:30

Eccomi con un nuovo attacco!
Userò questo post anche per ricordarmi di quanti ne ho avuti e ne avrò!
Oggi almeno mi sono consolata con una bella cioccolata calda... così, giusto per tirarmi su di morale! Timido










Se ancora non l'hai fatto leggi la
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Ro
Admin

Messaggi : 1573
Data d'iscrizione : 28.08.16
Età : 32

http://neltempoliberofaccioilgatto.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Emicrania: la mia peggior nemica

Messaggio Da Saetta il 03.03.17 9:59

Non ne avevi più avuti da gennaio Ro?
Quanto mi dispiace che non ci sia niente da poter fare Triste sei riuscita a prendere l'analgesico per tempo ieri?


Se sei nuovo leggi il Netiquette Ufficiale di Diventare Mamma Forum




Piumetta da simiuz
avatar
Saetta
Supermoderatrice

Messaggi : 1403
Data d'iscrizione : 29.08.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Emicrania: la mia peggior nemica

Messaggio Da Ro il 03.03.17 10:42

No, in realtà in febraio ne ho avuto forse un paio, ma non ricordo esattamente quando! E' per questo che ho deciso di scriverli qui.
Ricordo che il medico mi disse di valutare quanti ne avessi e con quale frequenza, perché qualora sarebbero aumentati, mi avrebbe prescritto dei medicinali per regolare la circolazione.
Ieri ho preso la tachipirina, ma non è servita a molto!










Se ancora non l'hai fatto leggi la
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Ro
Admin

Messaggi : 1573
Data d'iscrizione : 28.08.16
Età : 32

http://neltempoliberofaccioilgatto.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Emicrania

Messaggio Da serensara' il 13.03.17 14:58

buongiorno,
finalmente riesco a ritagliarmi 5 minuti per parlare di questa brutta bestia che e' l'emicrania.
ho pensato piu' volte a come approcciarmi a questo post in quanto ne soffro da circa 20 anni e ne ho lette tante e provate tante ma ahime il problema persiste.
ho iniziato a soffrirci a circa 15 anni, forse un po' prima ma gli attacchi erano lievi, credo sia in parte ereditaria in quanto mia mamma ne ha sofferto tanto fino alla menopausa e anche mio nonno (suo padre) ne soffriva.
Quando mia mamma ha capito che i miei mal di testa non eano un modo per somigliare a lei, ma erano veri mi ha portata ad un centro cefalee, mi hanno fatto una serie di domande, mi hanno fatto tenere il diario del mal di testa per la durata di un mese, mi hanno rivisto e risposto "la testa e' complicata, non ci capisce molto nessuno...al bisogno prenda un brufen"
vi lascio immaginare lo sguardo sbigottito mio e di mia madre 
dopo mesi di brufen...passano gli anni..il brufen non fa piu' effetto, passo al sinflex... buonissimo per i dolori mestruali e i mal di testa legati a quello, ma non altrettanto carino per il mio stomaco (ignorantemente non usavo gastroprotettori)
decido di rivolgermi a ortopedici vari, perche' il mio mal di testa e' di cefalea con annessa cervicale, faccio radiografie, vedo medici, osteopati, provo medicinali nuovi (pochi perche' soffro di allergie), niente fa effetto.... a 18 anni circo mi indicano una fitoterapeuta di firenze, mi da appuntamento (dopo 6 mesi  Stranito), mi visita, mi taglia una ciocca di capelli, mi dice che i valori dei minerali sono normali tranne lo **** che e' molto alto, mi prescrive belladonna e iris in gocce, mi prende 500 mila lire (ne vogliamo parlare...nel 1999) 
torno a casa, la belladonna e l'iris non aiutano, quando mi viene l'attacco sono tropo blandi....
la ringrazio pero' per alcuni utili consigli
-mangiare 5 pinoli e 3 mandole a digiuno....
-evitare solinacee, nel mio caso soprattutto la melanzana
-evitare cambiamenti climatici, luminosi e acustici repentini

dopo di lei (la su acura l'ho portata avanti quasi un anno) ho provato altre diete, intolleranze alimentari...un medico dietista mi consiglio' dopo alcune analisi di mangiare carne bianca, cipolle e agioli...le altre cose mi davano intolleranza.... 
pensai che in quel momento se avessi avuto una pistola l'avrei usata  per me, arrabbiato , e' vivere a 20 anni con carne bianca, fagioli e cipolla?????
dimenticavo le tisane...mi ci avrebbe fatto fare pure il bagno..finocchio...lavanda,tarassaco...
una volta glielo provai a chiedere se avesse mai avuto e provato un attacco di cefalea...
gli attacchi peggiorano con l'universita'...mi diagnosticano mal di tesa da decompressione.... ho vissuto 4 anni stando bene dal lunedi al venerdi e di cacca dal venerdi sera al sabato.... non avevo vita sociale, il mio ragazzo credeva lo facessi a posta..scendevo dal treno ed iniziavo a stare male...
il mal di testa compariva sistematicamente come mi distendevo..se riprendevo i ritmi stavo un fiore
con lo studio universitario arrivano anche gli occhiali e prontamente i commenti "ecco spiegato il mal di testa"
oltre agli occhiali arriva anche un odio verso i profumi e l'ammoniaca.... infatti nn metto i primi e non uso la seconda
(il mio compagno per mettersi il profumo va in terrazza!!!!)
nessuno ci ha mai capito nulla....  arrabbiato
arrivo a pochi mesi dalla laurea e sto bene...nn ho attacchi, sto una meraviglia... scopro di essere incinta, i 9 mesi piu' belli (malditestaparlando) della mia vita
partorisco e i mal di testa ritornano, unico sollievo e' andare 1 volta al mese da un osteopata che mi aiuta per la cervicale, le emicranie restano
se la prima gravidanza mi ha graziato la seconda no, i primi 4 mesi li ho passati con il mal di testa fisso, non ne potevo piu'.
intanato le cefalee sono diventate emicranie associate a nausea e vertigini.
Con la seconda gravidanza e' arrivata anche la labirintite, quindi non vi dico quando mi arrivano insieme tutte queste cose che gioia.

arrivata ad oggi posso dire che sto meglio, curo l'alimentazione, cerco di non prendere freddo, o troppo caldo, di nn stare in posti troppo rumorosi, ventosi, con troppa luce...con troppo caos...
cerco di non mangiare alimenti in scatola o confezionati, sto lontana dal glutammato, dai ristoranti cinesi che lo usano a quintali 
ho smesso di fumare, nn uso prodotti con elevate profumazioni.
credo che la prevenzione degli attacchi sia anche la cura migliore, perche' cure vere e proprio nn ce ne sono a mio avviso... ovvio, esclusi triptani o iniezioni che stordirebbero un cavallo.
avatar
serensara'
Senior Mom

Messaggi : 306
Data d'iscrizione : 16.01.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Emicrania: la mia peggior nemica

Messaggio Da Ro il 14.03.17 11:56

Sere che dirti... non posso che sottolineare ancora la mia stima per te e per la persona che sei! Io so che a lungo andare ci sono patologie che consumano, che sfiniscono, che abbattono.
E ci sono persone forti e meno forti, quelle che ragiscono e quelle che si lasciano annichilire.
Non posso che prendere come preziosi tutti i consigli (alimentari e non) che mi hai dato e cercare di imparare anche io (nel mio piccolissimo, dato che non ne soffro come te) a convivere con questa cosa.










Se ancora non l'hai fatto leggi la
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
Ro
Admin

Messaggi : 1573
Data d'iscrizione : 28.08.16
Età : 32

http://neltempoliberofaccioilgatto.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum