I mille volti del Pane

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Pane Pretzel

Messaggio Da Ro il 03.01.17 10:44

Alzi la mano chi non ha mai mangiato i pretzel! Smile
Alle feste da bambini le tavolate del buffet ne erano piene! Sono snack salati che si amano o si odiano! Io faccio parte della schiera di quelli che hanno imparato ad amarli con il tempo, perché da bambina nemmeno mi ci accostavo!
Oggi però con questa ricetta vi proporrò il Pane Pretzel, che credetemi è di una bontà oggettiva. Non ha nulla a che vedere con gli snack croccanti, ma possiede una morbidezza ed una fragranza che conquisterà i palati di tutti! Vi lascio una foto prelevata dal sito mylifeasamrs.com che sono certa vi farà immaginare la morbidezza di questi pani prima ancora di morderli! Provare per credere!


Per preparare questo impasto proporrò la ricetta con l'impastatrice, chi avesse voglia di operare a mano potrà farlo raddoppiando i tempi di impasto!

Ingredienti
- 375g di acqua calda (circa 40°)
- 7g di lievito secco attivo
- 10g di zucchero di canna
- 550g di farina
- 10g di sale
- 60g g di burro
- 1 uovo intero, leggermente sbattuto
- 60g di bicarbonato di sodio
- sale in grani per spolverizzare

Procedimento
Nella ciotola dell'impastatrice aggiungere l'acqua, lievito e zucchero. Mescolare e lasciare riposare 5-10 minuti fino a quando la superficie non risulterà spumosa. Inserire il gancio per impastare e aggiungere la farina, il sale e il burro fuso e avviare la macchina ad un livello basso fino a quando gli ingredienti non si saranno amalgamati perfettamente.

Coprire la ciotola con la pellicola (o un canovaccio) e lasciare lievitare in un luogo caldo per 1 ora o fino al raddoppio. Dopo la lievitazione, versare l'impasto su un piano leggermente infarinato.
A questo punto bisognerà formare le palline. Per modellare la pasta prenderne un pezzo e formare una palla liscia tirando i lati al centro e pizzicare per sigillarli. Appoggiarli sul piano con la chiusura appoggiata verso il basso, quindi appoggiarci la mano a coppa sopra e rotolare la palla delicatamente per perfezionarne la forma. Vi lascio un video esplicativo che chiarirà meglio questo passaggio.


Mettere ogni palla sul tagliere sempre con la chiusura verso il basso, distanziandole di almeno due dita l'una dall'altra. Coprire con un panno e lasciare riposare in un luogo caldo per almeno un'ora, fino al raddoppio.

Preriscaldate il forno a 220°.
Riempire contemporaneamente una pentola dai bordi alti con 2/2,5 litri d'acqua e portare a bassa ebollizione. Togliere dal fuoco e aggiungere lentamente il bicarbonato di sodio (attenzione a questo passaggio, il bicarbonato tenderà a schiumare, quindi bisognerà aggiungerlo adagio). Porre quindi nuovamente sul fuoco la pentola ad una fiamma più bassa portandola ancora a bassa ebollizione.

A questo punto cuocere a 2 o 3 alla volta le palline, lasciandole cadere nell'acqua sempre con la chiusura verso il basso. Lasciarli per 30 secondi, poi girarli a testa in giù, quindi lasciarli altri 30 secondi. Scolateli con un mestolo forato e adagiateli si un foglio assorbente facendo attenzione che la chiusura degli stessi sia sempre rivolta verso il basso.

Adagiare quindi tutte le palline cotte su una teglia foderata di carta forno e spennellarli con l'uovo sbattuto, avendo cura di ricoprire tutti i lati completamente e spolverizzarli con un po' di sale. Usando un coltello affilato date un taglio netto al centro di ogni pallina, oppure formate una X.
Cuocere i pani Pretzel in forno preriscaldato per 15-20 minuti.
Servire caldi!

Le foto delle nostre utenti - Pane Pretzel

Pane di Saetta







Ultima modifica di Ro il 13.03.17 9:36, modificato 2 volte
avatar
Ro
Admin

Messaggi : 1738
Data d'iscrizione : 28.08.16
Età : 33

http://neltempoliberofaccioilgatto.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Pane bianco con uvetta e Marsala

Messaggio Da Ro il 19.01.17 19:05

Un pane "agrodolce" da gustare con i sughi decisi, i ragu e anche bruschettato!

Per sfornare il pane la mattina della domenica (ore 11.00), questa preparazione deve essere avviata la sera precedente (ore 19.00).

Ingredienti
- 400g di farina 0
- 100g di farina di semola di grano duro
- 300g di acqua minerale (a temperatura ambiente)
- 50g di Marsala
- 5g di lievito secco attivo
- 50g di uvetta sultanina
- 4g gr di sale

Procedimento
Mettere l'uvetta in ammollo nel Marsala per 10 minuti. Trascorsi i 10 minuti, unire in una ciotola capiente tutti gli ingredienti (tranne il sale), compreso il Marsala in cui si è ammollata l'uvetta. Mescolate con un cucchiaio di legno fino a quando non si saranno appena amalgamati (ci vorranno pochi minuti), aggiungere quindi il sale e mescolare nuovamente senza remore. Il composto sarà colloso, poiché parecchio idratato (c'è un quantitativo di liquidi molto elevato). Coprire quindi con pellicola o con uno strofinaccio pulito la ciotola e lasciare che l'impasto riposi per 10 minuti.

Trascorsi 10 minuti si dovranno praticare 10 pieghe all'impasto! Bisognerà "tirare" una parte di impasto dal bordo e portarla verso il centro. Quindi continuare così per l'intero bordo di impasto, completando il giro. Tirare dal bordo e premere al centro, come a creare una piega, appunto! Ci vorranno pochi secondi terminati i quali dovremo nuovamente coprire la ciotola per altri 10 minuti.
Sì dovrà ripetere l'operazione per altre tre volte e al termine dell'ultima manovra, si dovrà coprire la ciotola con un canovaccio e lasciar lievitare l'impasto per tutta la notte.

Trascorso il tempo di lievitazione (circa 12 ore) cospargete di farina un piano di lavoro e trasferite l’impasto capovolgendo la ciotola, aiutandovi con una spatola di silicone e senza manipolarlo troppo. Stenderlo adagio con i polpastrelli così che prenda una forma rettangolare appena sufficiente per poter praticare quattro pieghe (di seguito un'immagine esplicativa tratta dal sito kefirdilatte.it).


Praticarne quindi altre quattro e lavoratelo fino a dargli la forma di una palla, con le pieghe verso il basso. Foderate uno scolapasta con un canovaccio. Spelverate di farina e poggiate al suo interno la vostra "palla" di impasto con le pieghe rivolte verso il basso. Cospargete di farina e lasciate lievitare per altre due ore.

Una mezz'ora prima di infornare, accendere il forno alla massima potenza (250°), rivestire una leccarda da forno con carta forno e spolverizzarla di farina di semola, quindi prima di infornare capovolgere delicatamente il canovaccio con l'impasto, così che le pieghe siano ora rivolte verso l'alto.
Infornare e lasciar cuocere per circa 45 minuti, fino a quando il pane non sarà bello croccante.
Prima di tagliarlo, lasciarlo raffreddare a dovere togliendolo dalla placca da forno, ma poggiandolo su una grata.










Se ancora non l'hai fatto leggi la
NETIQUETTE DI DIVENTARE MAMMA FORUM
avatar
Ro
Admin

Messaggi : 1738
Data d'iscrizione : 28.08.16
Età : 33

http://neltempoliberofaccioilgatto.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Pane nero con mandorle, avena e rosmarino

Messaggio Da Ro il 19.01.17 19:39

Un pane "abbronzato" che vi conquisterà grazie alla croccantezza della crosta e la mollica saporitissima!

Per sfornare il pane la mattina della domenica (ore 11.00), questa preparazione deve essere avviata la sera precedente (ore 19.00).

Ingredienti
- 200g di farina 0
- 100g di farina integrale di farro
- 100g di farina di semola di grano duro
- 100g di farina di grano saraceno
- 350g di acqua minerale (a temperatura ambiente)
- 5g di lievito secco attivo
- 50g di mandorle in lamelle
- 1 cucchiaio di rosmarino secco triturato
- 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva
- 4g gr di sale
***
- fiocchi d'avena per la copertura

Procedimento
Unire tutti gli ingredienti in una ciotola tranne il sale e i fiocchi d'avena. Mescolate con un cucchiaio di legno fino a quando non si saranno appena amalgamati (ci vorranno pochi minuti), aggiungere quindi il sale e mescolare nuovamente senza remore. Il composto sarà colloso, poiché parecchio idratato (c'è un quantitativo di acqua molto elevato). Coprire quindi con pellicola o con uno strofinaccio pulito la ciotola e lasciare che l'impasto riposi per 10 minuti.

Trascorsi 10 minuti si dovranno praticare 10 pieghe all'impasto! Bisognerà "tirare" una parte di impasto dal bordo e portarla verso il centro. Quindi continuare così per l'intero bordo di impasto, completando il giro. Tirare dal bordo e premere al centro, come a creare una piega, appunto! Ci vorranno pochi secondi terminati i quali dovremo nuovamente coprire la ciotola per altri 10 minuti.
Sì dovrà ripetere l'operazione per altre tre volte e al termine dell'ultima manovra, si dovrà coprire la ciotola con un canovaccio e lasciar lievitare l'impasto per tutta la notte.

Trascorso il tempo di lievitazione (circa 12 ore) cospargete di farina un piano di lavoro e trasferite l’impasto capovolgendo la ciotola, aiutandovi con una spatola di silicone e senza manipolarlo troppo. Stenderlo adagio con i polpastrelli così che prenda una forma rettangolare appena sufficiente per poter praticare quattro pieghe (di seguito un'immagine esplicativa tratta dal sito kefirdilatte.it).


Praticarne quindi altre quattro e lavoratelo fino a dargli la forma di una palla, con le pieghe verso il basso. Foderate uno scolapasta con un canovaccio. Spelverate con abbondanti fiocchi d'avena e poggiate al suo interno la vostra "palla" di impasto con le pieghe rivolte verso il basso. Cospargete di farina e lasciate lievitare per altre due ore.

Una mezz'ora prima di infornare, accendere il forno alla massima potenza (250°), rivestire una leccarda da forno con carta forno e spolverizzarla di farina di semola, quindi prima di infornare capovolgere delicatamente il canovaccio con l'impasto, così che le pieghe siano ora rivolte verso l'alto e i fiocchi d'avena ne ricoprano la superficie.
Infornare e lasciar cuocere per circa 45 minuti, fino a quando il pane non sarà bello croccante.
Prima di tagliarlo, lasciarlo raffreddare a dovere togliendolo dalla placca da forno, ma poggiandolo su una grata.










Se ancora non l'hai fatto leggi la
NETIQUETTE DI DIVENTARE MAMMA FORUM
avatar
Ro
Admin

Messaggi : 1738
Data d'iscrizione : 28.08.16
Età : 33

http://neltempoliberofaccioilgatto.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Panini al latte

Messaggio Da Ro il 28.02.17 20:36

Con questa ricetta condivido con voi i panini delle feste! Sì, quelli che si mangiavano da bambini quando si partecipava al compleanno del compagnuccio! E che fosseri farciti di Nutella o di una fettina di salame riuscivano sempre a farci innamorare! DOte la verità... ce l'avete bene impresso questo ricordo, vero? Felice
Io sì e per onorarlo non faccio altro che passarvi gli ingredienti e il procedimento!
La ricetta non prevede burro.

Per preparare questo impasto proporrò la ricetta con l'impastatrice, chi avesse voglia di operare a mano potrà farlo raddoppiando i tempi di impasto!
Data la lunga lievitazione, per infornare i panini alla sera (per le 21, ad esempio) bisognerà avviare l'impasto alle 6 del mattino circa.
Altrimenti la sera alle 23, per potere praticare la seconda lievitazione dalle 7 del mattino in poi.


Ingredienti
- 300g di latte tiepido
- 7g di lievito secco attivo
- 50g di zucchero (per me di canna)
- 250g di farina 0
- 250g di farina Manitoba
- 9g di sale
- 25g di burro
***
- latte qb per spennellare

Procedimento
Nella ciotola dell'impastatrice aggiungere l'acqua, lievito e zucchero. Mescolare e lasciare riposare 5-10 minuti fino a quando la superficie non risulterà spumosa. Inserire il gancio per impastare e aggiungere la farina, il sale e l'olio fuso e avviare la macchina ad un livello basso fino a quando gli ingredienti non si saranno amalgamati perfettamente.

Coprire la ciotola con la pellicola (o un canovaccio) e lasciare lievitare in un luogo caldo per circa 8/10 ore. Dopo la lievitazione, versare l'impasto su un piano leggermente infarinato.
A questo punto bisognerà formare le palline. Per modellare la pasta prenderne un pezzo e formare una palla liscia tirando i lati al centro e pizzicare per sigillarli. Appoggiarli sul piano con la chiusura appoggiata verso il basso, quindi appoggiarci la mano a coppa sopra e rotolare la palla delicatamente per perfezionarne la forma. Vi lascio un video esplicativo che chiarirà meglio questo passaggio.


Mettere ogni palla sulla teglia foderata di carta forno, sulla quale verranno cotti i panini dinziando ognuna di almeno due dita dall'altra. Coprire con un panno e lasciare lievitare nuovamente per altre 3/4 ore.

Preriscaldate il forno a 200°.
Spennellare ogni panino con un po' di latte, avendo cura di ricoprire tutti i lati completamente.
Cuocere i panini al latte in forno preriscaldato per 15-20 minuti o comunque fino a doratura.










Se ancora non l'hai fatto leggi la
NETIQUETTE DI DIVENTARE MAMMA FORUM
avatar
Ro
Admin

Messaggi : 1738
Data d'iscrizione : 28.08.16
Età : 33

http://neltempoliberofaccioilgatto.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Pane nero con le nocciole

Messaggio Da Ro il 15.04.17 12:03

Questa è una variante che adotto quando voglio andare sul sicuro!
Le nocciole conferiscono al pane un profumo delizioso e naturalmente, mantenendo la loro croccantezza anche quando cotte, ogni morso alla fetta morbida sarà intervallato dalla fragrante crosta e qua e là da una nocciola sfiziosa! Un mix perfetto! Occhiolino

Per sfornare il pane la mattina della domenica (ore 11.00), questa preparazione deve essere avviata la sera precedente (ore 19.00).

Ingredienti
- 50g di farina di grano saraceno
- 50g di farina di farro
- 50g di farina di segnale
- 50g di farina d'orzo
- 50g di semi di girasole
[qualora non si volesse acquistare così tanti tipi di farina, un ottimo prodotto è il "mix per pane nero" di Molino Spadoni in sacchetto da 1kg, da sostituire nel medesimo quantitativo alle farine integrali (cioè i 250g di grano saraceno, farro, segale e orzo). Lo si trova al supermercato nel reparto farine e contiene già miscelate queste farine, compresi i semi]
- 100g di farina di semola di grano duro
- 150g di farina Manitoba (o una farina 0)
- 80g di nocciole sgusciate
- 350g di acqua minerale (a temperatura ambiente)
- 1 cucchiaino di sale (circa 4 grammi)
- 3g di lievito secco attivo (non chimico)
- un paio di cucchiai di fiocchi d'avena per la copertura

Procedimento
In una ciotola capiente, pesate le farine. Quindi formate un buco al centro ed inserite il lievito e l'acqua. Mescolate con unn cucchiaio di legno tutti gli ingredienti (tranne il sale e i fiocchi d'avena) fino a quando non si saranno appena amalgamati (ci vorranno pochi minuti), aggiungere quindi il sale e mescolare nuovamente. Il composto sarà colloso. Coprire con pellicola o con uno strofinaccio pulito la ciotola e lasciare che l'impasto riposi per 10 minuti.

Trascorsi  10 minuti, bisognerà praticare 10 pieghe nell'impasto! Più facile a farlo che a scriverlo. In pratica, senza svuotare la ciotola, bisognerà "tirare" una parte di impasto dal bordo e portarla verso il centro. Quindi continuare così per l'intero bordo di impasto, completando il giro. Tirare dal bordo e premere al centro, come a creare una piega, appunto! Ci vorranno pochi secondi (come dicevo è più difficie spiegarlo che farlo), terminati i quali dovremo nuovamente coprire la ciotola per altri 10 minuti.
Sì dovrà ripetere l'operazione per altre tre volte e al termine dell'ultima manovra, si dovrà coprire la ciotola con un canovaccio e lasciar lievitare l'impasto per tutta la notte.

Trascorso il tempo di lievitazione (quindi la mattina della domenica verso le 8, per dire) cospargete di farina un piano di lavoro, quindi trasferite l’impasto capovolgendo la ciotola, ma senza manipolarlo troppo. Stenderlo adagio con i polpastrelli così che prenda una forma rettangolare appena sufficiente per poter praticare quattro pieghe (di seguito un'immagine esplicativa tratta dal sito kefirdilatte.it).


Praticarne quindi altre quattro e lavoratelo fino a dargli la forma di una palla, con le pieghe verso il basso. Foderate uno scolapasta con un canovaccio. Spelverate di fiocchi d'avena e poggiate al suo interno la vostra "palla" di impasto con le pieghe rivolte verso il basso. Cospargete di farina e lasciate lievitare per altre due ore.

Una mezz'ora prima di infornare, accendere il forno alla massima potenza (240°/250°), rivestire una leccarda da forno con carta forno e spolverizzarla di farina di semola, quindi capovolgere delicatamente il canovaccio con l'impasto, così che le pieghe siano ora rivolte verso l'alto e si vedrà bene il pane ricoperto di fiocchi d'avena.
Infornare e lasciar cuocere per circa 35 minuti, abbassando la temperatura a 230° fino a quando il pane non sarà bello croccante.
Prima di tagliarlo, lasciarlo raffreddare a dovere togliendolo dalla placca da forno, ma poggiandolo su una grata.

Le foto delle nostre utenti - Pane nero con le nocciole

Pane di Ro













Se ancora non l'hai fatto leggi la
NETIQUETTE DI DIVENTARE MAMMA FORUM
avatar
Ro
Admin

Messaggi : 1738
Data d'iscrizione : 28.08.16
Età : 33

http://neltempoliberofaccioilgatto.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Stecche ai cereali

Messaggio Da Ro il 15.05.17 17:35

Questa è la golosa variante ai cereali (con semi di girasole e lino) delle famosissime stecche di Jim Lahey.
Vediamo come si preparano.

Essendo un pane a lunga lievitazione necessita di 18 + 2 ore di tempo prima che possa essere infornato, quindi la preparazione deve partire il giorno prima.
Per sfornare il pane alle 12 della domenica, ad esempio, bisogna partire con l'impasto alle 16 del sabato pomeriggio.


Ingredienti (per 4 stecche di pane)
- 80g di farina di grano saraceno
- 80g di farina di farro
- 70g di farina di segnale
- 70g di farina d'orzo
[qualora non si volesse acquistare così tanti tipi di farina, un ottimo prodotto è il "mix per pane nero" di Molino Spadoni in sacchetto da 1kg, da sostituire nel medesimo quantitativo alle farine integrali (cioè i 300g di grano saraceno, farro, segale e orzo). Lo si trova al supermercato nel reparto farine e contiene già miscelate queste farine, compresi i semi]
- 100g di farina 0
- 50g di semi di girasole
- 50g di semi di lino
- 340g acqua minerale naturale (a temperatura ambiente)
- 3g zucchero
- 5g sale
- 1g di lievito secco attivo
***
- semola rimacinata di grano duro per il piano q.b.
- 60g di olio evo
- 3 g di sale grosso frantumato (o fleur de sel)

Procedimento
In una ciotola capiente unire tutti gli ingredienti, tranne l'olio, la semola e il sale grosso. Mescolare per il tempo necessario ad amalgamare tutti gli ingredienti. Ci vorranno pochi secondi. Coprire quindi la ciotola con pellicola trasparente (che andrà forata in 3 punti) e lasciare lievitare per 18 ore a temperatura ambiente.

Al termine della lievitazione l'impasto dovrà presentarsi ricco di bollicine in superficie e raddoppiato nel volume. Cospargere quindi il piano di lavoro con la semola, quindi rovesciarci sopra l'impasto delicatamente. Praticare due pieghe, portando i lembi di destra e sinistra verso il centro (di seguito un'immagine esplicativa dal blog stracucinando.blogspot.it)


Coprire quindi l'impasto con un caovaccio pulito e lasciar lievitare altre 2 ore. Al termine della lievitazione accendere il forno alla massima temperatura (250°) statico, quindi dividere l'impasto in quattro parti, aiutandosi con un coltello a lama liscia o con un attrezzo apposito. Praticare quattro tagli netti ed allungare ciascun pezzo d'impasto a cilindro fino a raggiungere la dimensione più lunga della placca da forno sulla quale si appoggeranno i 4 pani ricavati.

Adagiarli sulla teglia ricoperta di carta forno e spennellarne le superfici con olio evo. Cospargerli di sale grosso leggermente frantumato. Cuocere per 15/20 minuti a 250°, comunque fino a doratura.

Le foto delle nostre utenti - Stecche ai cereali

Pane di Ro







Pane di Saetta











Se ancora non l'hai fatto leggi la
NETIQUETTE DI DIVENTARE MAMMA FORUM
avatar
Ro
Admin

Messaggi : 1738
Data d'iscrizione : 28.08.16
Età : 33

http://neltempoliberofaccioilgatto.blogspot.it/

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum